Samuel Cogliati

(foto Francesco Orini)
(fotografia © Francesco Orini)

Samuel Cogliati è nato a Lione (Francia) nel 1976.
Italo-francese, è scrittore, editore, giornalista pubblicista, divulgatore e consulente nell’ambito del vino. Vive a Sesto San Giovanni (Milano).
È il fondatore e titolare di Possibilia Editore.


Percorso professionale

Da scrittore:
Nei primi anni Novanta inizia a scrivere prosa e poesia. Nel 1995 e 1999 coglie alcuni successi in concorsi locali e nazionali di poesia e di prosa. Nei primi anni Duemila pubblica alcuni testi letterari sulla rivista Confini.
Da metà anni Duemila si dedica soprattutto ai libri sul vino. Ha pubblicato: Inseguire Paolo Conte (qui e altrove) (Possibilia Editore, 2016); Champagne – Il sacrificio di un terroir (Porthos Edizioni, 2008); Vini naturali – Una breve guida per sapere cosa sono (Quaderni Sarfati, 2009, ripubblicato da Possibilia Editore nel 2014 con il titolo Vini naturali – Che cosa sono?); La natura del vino – Che cosa è importante sapere sul vino e sulla degustazione (Possibilia Editore, 2012); Champagne – Il sogno fragile (Possibilia Editore, 2013; edizione in francese 2013); Understanding Natural Wines (Possibilia Editore, 2016); “L’incanto di te” – (Vinicio Capossela, Ovunque proteggi), (Possibilia Editore, 2016).

Da giornalista:
Nel 1998 inizia a collaborare come cronista con la stampa locale del Nordmilano. Nel 2003 diventa giornalista pubblicista (Ordine di Milano). Dal 2007 al 2012 è prima redattore poi caporedattore della Gazzetta del Nordmilano e del Diario del Nordmilano.
Nel 2001 inizia a curare articoli e rubriche enogastronomici sulla stampa locale. Dal 2002 al 2008 fa parte della redazione della rivista e del progetto editoriale di vino e cultura Porthos.
Dal 2004 inizia una collaborazione con il trimestrale indipendente francese di vino LeRouge&leBlanc. Tra il 2005 e il 2009 scrive regolarmente di vino, gastronomia e turismo per varie testate nazionali e internazionali: Giudizio universale, Viamichelin (rivista online del gruppo Michelin), Il Turismo culturale, Viaggi&Sapori.
Dal 2012 al 2016 ha collaborato stabilmente con il mensile La Cucina italiana. Dal 2014 scrive per due testate dell’Associazione italiana sommelier: ViniPlus Lombardia e Vitae. Dal 2009 è responsabile del sito per lettori curiosi possibilia.eu.
Dal 2016 collabora con il portale dell’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani, www.treccani.it

Da editore e traduttore:
Dal 2003 al 2008 traduce dal francese diversi reportage e libri dedicati al vino per Porthos Edizioni.
Nel 2009 fonda la casa editrice Possibilia Editore. Nello stesso anno esce la rivista online possibilia.eu.
Nel 2010 inizia il lavoro come editore, traduttore dal francese e curatore di diversi libri dedicati al vino e al rugby. In particolare è inaugurata una traduzione italiana non periodica del trimestrale francese LeRouge&leBlanc, seguita da alcuni libri degli autori francesi François Morel e Jean-Marc Gatteron.
Nel 2013 inaugura la collezione degli ebook Possibilia Editore.

Da divulgatore e consulente:
Nel 2003 inizia a collaborare con il progetto di divulgazione (corsi e seminari sul vino) “Porthos Racconta… ”; questa collaborazione durerà fino al 2008.
Dal 2012 riprende a dedicarsi alla didattica (corsi, seminari, master) dedicata soprattutto all’enografia francese, attività gestita in modo indipendente, per conto di varie enoteche e come relatore ospite dell’Associazione italiana sommelier.
Dal 2009 è consulente nella selezione dei vini e nella comunicazione dell’importatore e distributore di vino Stefano Sarfati.
Ha anche prestato consulenza per altri distributori, ristoranti e aziende.

Studi
Nel 1996 ha ottenuto la licenza linguistica superiore a Milano.
Nel 2002 si è laureato in Lettere moderne con una tesi in Linguistica italiana all’università degli Studi di Milano.

Premi e riconoscimenti
Primo premio nella sezione poesia e secondo premio nella sezione prosa del Concorso letterario “Marina Incerti”, Milano, 1995.
Quinto premio del Premio nazionale di poesia “Città di Sesto San Giovanni – Elena Amanda Molteni”, Sesto San Giovanni, 1999.
Gourmand Book Award (French Wine) per l’Italia 2014 con il libro Champagne – Le rêve fragile.