VINI NATURALI – Che cosa sono? (RISTAMPA RIVEDUTA)

5,00

di Samuel Cogliati

Biologico, biodinamico, genuino… Che cos’è il vino “naturale”? Un po’ o nulla di tutto questo? Ecco, in poche pagine, un’agile guida alla sua comprensione.

Descrizione

di Samuel Cogliati

Biologico, biodinamico, genuino… Che cos’è il vino “naturale”? Un po’ o nulla di tutto questo? Ecco, in poche pagine, un’agile guida alla sua comprensione.

“Vino naturale”: un’espressione sempre più utilizzata e diffusa, assieme alla crescente fortuna commerciale che sta registrando questa categoria, ormai al centro di una vera e propria moda. Eppure, in assenza di una legislazione specifica, permangono molti dubbi, a cominciare dalla definizione di tale dicitura ufficiosa e non consensuale. Dopo l’entrata in vigore della contestata normativa europea sul vino biologico è necessaria una divulgazione ancora più accurata in questa materia. Quando si parla di vino non si può infatti dire che “bio” e “naturale” siano la stessa cosa, tutt’altro! Proviamo allora a mettere ordine in una querelle sempre più accesa e a dipanarne la matassa terminologica e concettuale. Questa sintetica ma chiara ricognizione si propone di illustrare quando e perché si possa a buon diritto ritenere “naturale” un vino.


I capitoli di questo volume:
Prefazione alla seconda ristampa riveduta
1. Come definire e distinguere i vini naturali?

2. La coltura biologica: una prima opzione
3. La pratica biodinamica, un passo “verso l’alto”
4. La vitivinicoltura naturale: un punto di sintesi e di approdo?
5. Il bandolo della matassa: fare vino sano e di qualità
6. L’importanza della vinificazione. La questione solfiti
7. L’espressione del potenziale terroir
8. La digeribilità del vino. Che cosa può contenere una bottiglia di vino
9. Un particolare spirito di degustazione e servizio
10. Glossario


Scheda tecnica

• Formato tascabile (11,5 x 16,5 cm) – autocopertinato (carta 140 g/mq) con doppio punto metallico e copertina su carta Tintoretto Fedrigoni da 200 g/mq
• ISBN: 978-88-98753-03-1
• 40 pagine a colore illustrate con fotografie
• Peso 70 grammi ca.
• Seconda ristampa riveduta, gennaio 2020 (precedenti ristampe ed edizioni: aprile 2015; ottobre 2014; 2009)
• L’autore: Samuel Cogliati è nato a Lione (Francia) nel 1976. Italo-francese, è editore, scrittore e divulgatore in materia di vino, di cui si occupa da vent’anni.


Prefazione alla seconda ristampa riveduta 

Quando, anni fa, iniziai ad avventurarmi tra i cosiddetti “vini naturali”, quel terreno era pressoché vergine, sia sul fronte della produzione sia in materia di divulgazione e comunicazione. In realtà vari vignaioli di fatto già producevano da sempre vini naturali “senza saperlo”, nel senso che non ambivano a rivendicare né a pubblicizzare tale dicitura; si parlava semmai talora di «vini tradizionali». Questa tipologia era comunque assai poco di moda e non si avvertiva l’urgenza di delinearne i contorni né di cavalcarne l’attrattività commerciale.
A distanza di oltre un decennio, i vini naturali sono divenuti talmente popolari e di tendenza che una loro definizione è auspicabile. Più che per i vignaioli – i quali sanno bene in che modo producano! –, per chi li acquista e li beve, per chi li commercializza, e anche forse pensando a chi, come i poteri pubblici, è chiamato a inquadrare, controllare e forse un giorno a legiferare in materia. Ad oggi una normativa nazionale o europea in quest’àmbito non esiste; di conseguenza non è neppure pacifico chi sia legittimato a utilizzare l’aggettivo naturale, che anzi è al centro di sterili ed estenuanti polemiche e controversie (sia di contenuto sia lessicali), abusi e tentazioni repressive.
Questo volume è la seconda ristampa di un’edizione già ampliata e riveduta cinque anni or sono. Benché la situazione si sia ulteriormente intricata e per via delle sirene della moda il panorama sia ancora più scivoloso, le fondamenta di quel testo mi paiono tuttora valide.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.07 kg
Dimensioni 16.5 × 11.5 × 0.4 cm

Ti potrebbe interessare…