LOIRA. Il territorio, i vignaioli, i vini – EBOOK

8,49

di François Morel

Un manuale-guida completo per orientarsi tra i numerosi e affascinanti vini della Loira, dal Massiccio centrale all’oceano Atlantico, passando da Sancerre e Vouvray. 

Descrizione

di François Morel
con la partecipazione di Samuel Cogliati 

La Loira? Dovremmo piuttosto dire le Loire, al plurale. I terroir dell’ampia vallata di questo fiume, infatti, sono tanto diversi quanto è cangiante il suo corso.
Più di qualunque altra regione viticola francese, la Loira deve la sua singolare ricchezza alla sua eterogeneità. Fiume maestoso e tumultuoso, passa dalla lingua d’Oc alla lingua d’Oïl. Scorre lungo il bordo del Massiccio Centrale e del Bourbonnais, poi s’insinua tra il Berry e la Borgogna. A Orléans vira a ovest per dirigersi verso l’oceano attraversando il Val de Loire; raggiunge infine il Pays Nantais e i Fiefs Vendéens. Tutte queste contrade sono indubbiamente dissimili, i loro rispettivi vitigni ben radicati localmente e i loro vini dotati di un carattere pronunciato.


Sommario

• I vini della Loira: una famiglia
• Risalendo il fiume da Nantes a Orléans
• Anjou bianco: vino dolce e/o secco?
• Sì, però…
• Il Centre-Loire
• La “tipicità” del sauvignon blanc
• Il Massiccio Centrale
• Il terroir
• I vitigni
• Pays Nantais e Fiefs Vendéens
• Anjou e Saumurois
• Touraine e Orléanais
• Centre-Loire e Massiccio Centrale
• Indirizzi utili
• Glossario


Scheda tecnica

• Formato PDF (peso 8,4 Mb)
• Compatibile con: computer (pc e Mac), e-reader / Kobo, Kindle, smartphone (iOS e Android)
• ISBN: 978-88-98753-40-6
• 176 pagine illustrate con fotografie e mappe geografiche e geologiche a colori
• Traduzione dal francese e testi complementari di Samuel Cogliati
• Una selezione accurata e coerente delle migliori aziende e dei migliori vini
• Prima edizione digitale Possibilia Editore marzo 2020 (prima edizione cartacea marzo 2015)


L’autore 

François Morel è stato il caporedattore della rivista indipendente LeRouge& leBlanc per 15 anni. Prima ancora era stato redattore di storia dell’arte per Larousse e titolare di un bistrot à vin a Parigi. Si è infine dedicato alla scrittura di libri sul vino, tra cui: Le Livre des vins insolites (Flammarion), ripubblicato come Le Voyage insolite de l’amateur de vin (Kubik), Vins du monde (con Jacques Dupont, éditions du Chêne), Les Objets de la vigne et du vin (De Borée), Le Vin au naturel (Sang de la Terre). Per Possibilia ha pubblicato Jura (2015, nuova edizione ampliata, con Samuel Cogliati, 2018) e Borgogna. Côte d’Or (2017).

Ti potrebbe interessare…