Chi siamo

 

Piccoli e fieri della nostra indipendenza

Possibilia Editore nasce nel 2009 da un progetto di Samuel Cogliati, giornalista, autore, divulgatore e consulente.

Editoria indipendente. Due parole apparentemente semplici e scontate, che non lo sono affatto. In molti casi, e specialmente in Italia, l’editoria – giornalistica ancora più che libraria – non è un’attività primaria né indipendente, bensì una branca collaterale di altri settori (edilizia, farmaceutica, automobilistica… ). Rari sono gli “editori puri”, ovvero imprenditori che focalizzano il loro interesse sulla vendita dei loro prodotti editoriali. E ancora più rari coloro che traggono il loro reddito dalla qualità dei contenuti, anziché dai volumi di pubblicità venduta.
Anche Possibilia Editore fa parte di un progetto più articolato (per quanto minuscolo!), che comprende didattica, intrattenimento e consulenze, ma l’editoria è il perno indiscusso di questo complesso di attività.
Nessuna pubblicità ma contenuti buoni e originali: questi sono i criteri di riferimento del nostro lavoro.

Il sito per lettori curiosi 
Dopo una laboriosa (e avventurosa) preparazione, a ottobre 2009 esce il numero zero di possibilia.eu – periodico online per curiosi. Una realizzazione che riflette l’orizzonte – libero e senza preconcetti – della nostra linea editoriale. Da subito, un gruppo di autori aderisce al progetto, alcuni dei quali formano il nucleo redazionale più stabile.
Possibilia si non si propone di fare informazione in senso stretto: tante altre testate più veloci e attrezzate ricoprono già questo ruolo.
La nostra rivista desidera offrire ai suoi lettori contenuti insoliti, dando diritto di cittadinanza a temi o chiavi di lettura spesso trascurati o snobbati. Un periodico generalista a 360 gradi? Solo in parte. Possibilia non funziona per compartimenti tematici, ma per modalità di approccio alla materia. Accoglie così una sezione per Dilettarsi, una per Pensare e una per Sorridere. Con il passare del tempo si aggiungono la sezione Vino e gli Editoriali.
Nel 2015 facciamo una scelta di semplicità: chiudiamo il periodico registrato per trasformare possibilia.eu in un “semplice” sito per lettori curiosi, più agile ma con immutato approccio.

I libri
Nel 2010, gli esiti incoraggianti della rivista e il desiderio di ampliare il progetto editoriale dànno vita alla parte cartacea della nostra attività.
Guidata dalla vocazione europeista e multiculturale, Possibilia Editore inizia quest’avventura con l’idea di tradurre un grande classico della letteratura sportiva francese, ancora inedito in Italia: Les contes du rugby di Henri Garcia, giornalista ed ex direttore del principale quotidiano sportivo d’Oltralpe, L’Equipe. In Italia, il rugby attraversa una stagione di fervore e di entusiasmo, ma anche di contenuti fragili; rispetto alle nazioni anglosassoni, la Francia vive questa disciplina con spirito più simile a quello italiano. Nasce e si concretizza così l’idea de I racconti del rugby.
Mentre questo primo titolo è lanciato sul mercato soprattutto attraverso canali alternativi alla distribuzione tradizionale – internet, una mirata vendita diretta – in cantiere ci sono già nuove idee e progetti. Ne nasce una crescente collana di libri dedicati al vino.

Gli ebook
Nel 2013 decidiamo di lanciare un nuovo progetto, complementare e alternativo a quello cartaceo: l’editoria digitale. Gli ebook – confezionati e distribuiti dal nostro partner Bookrepublic.it – sono destinati per un verso a proporre contenuti più estemporanei e d’attualità, per altro verso a colmare la lacuna dei titoli esauriti in cartaceo.